Scultura, l'iperrealismo di Ron Mueck a Londra

Sculture di Ron Mueck

Come è l’essere umano quando è isolato e osservato da centinaia di persone? Un punto di vista interessante lo dà lo scultore australiano Ron Mueck che dopo il grande successo in Messico, all'Antiguo Colegio de San Ildefonso, dal 19 Aprile al 26 Maggio esporrà le sue sculture alla Hauser & Wirth di Londra, con una personale che prevede opere come Still Life, Gioventù e Donna con Bastoni per esplorare i rapporti tra mito, natura tradizione e religione.

L’artista che ha cominciato la sua carriera nel cinema creando effetti speciali e personaggi di fantasia come in Labyrinth, ha scelto Londra come sede di lavoro, non smettendo di stupirci con le sue sculture in silicone. L’ iperrealismo lontano dalla bellezza classica, raggiunge livelli di un mimetismo esasperato che turbano l’osservatore, soprattutto quello più riservato. La sua precisione da antropologo che lo porta a accentuare ogni particolare come sotto una lente d’ingrandimento, ci permette di fare i conti con le situazioni più incomprensibili della nostra realtà. Ron Mueck ricorda i pittori fiamminghi del Rinascimento, come Van Eyck, ma vi aggiunge l'imperfezione tipica della visione contemporanea.

Sculture di Ron Mueck Sculture di Ron Mueck Sculture di Ron Mueck Sculture di Ron Mueck

È un mondo di lillipuziani quello che ci mostra Ron Mueck, “troppo vero” da poter sopportare, ma troppo intenso emotivamente per rimanerne distaccati. Il Grande Uomo (Big Man, 2000) ci sembrerà più fragile che mai rintanato nel suo angolino sotto gli occhi curiosi degli osservatori e saremmo più intenzionati ad ascoltare le richieste di un ragazzino (Boy, 1999) troppo alto per questo mondo limitato. La bellezza delle sue sculture sta nell’assoluto realismo che rappresentano, alleggerito da una punta di ironia tipica della tradizione realistica alla Otto Dix e quella pop.

Nonostante Ron Mueck non metta tutti d'accordo e fiocchino i commenti dei critici che non si capacitano della sua fama, attira sempre più elogi come quello di Laura Cummings che afferma:

Poiché le sue figure sono così stupendamente naturali egli è spesso accusato di semplice abilità, benché la sua abilità non ha paralleli nella storia dell'arte. Ma quali sculture moderne hanno suscitato così tanta pietà e compassione nel pubblico?

Foto:| Courtesy Hauser&Wirth, dove troverete le altre immagini.

  • shares
  • Mail