Phylogenesis al Plart di Napoli

Phylogenesis
Il Plart è un po' il "museo che non ti aspetti", con tutti i suoi oggetti colorati, le sue sculture trasparenti e l'elogio perenne di quel materiale, la plastica naturalmente, che ha dovuto "sudare le sette camicie" per sdoganarsi dal suo "connotato utilitarista". Chiara Scarpitti è un distillato di creatività che risulta persino difficile immaginare in una sola persona, giovane designer di gioielli che smaterializza l'oggetto per ricostruirlo in una resa estremamente poetica. Il loro incontro si chiama Phylogenesis dal nome della collezione esposta a cura di Marco Petroni.

I suoi bijou sono pezzi incantati, rotondi o squadrati, spessi o sottili, densi o leggerissimi, come pezzi di esistenza, testimoni di storie diverse ed amuleti di alterne fortune. Il loro fascino coincide con la bellezza stessa della nascita, con le innumerevoli sovrapposizioni che includono la seta, i contorni di farfalle in filigrana e l'immaginazione, Regina, madre e compagna che da vita per filiazione perpetuando una genesi multipla che in fondo è quasi amore.

photo soukizy.com

Via | modalitademode.com

Phylogenesis
Phylogenesis
Phylogenesis
Phylogenesis
Phylogenesis
Phylogenesis
Phylogenesis
Phylogenesis

  • shares
  • Mail