Le sirene giapponesi di Fosco Maraini

Le donne giapponesi di Fosco Maraini
Etnologo, orientalista, alpinista, fotografo, scrittore e poeta. Fosco Maraini resta una delle figure più affascinanti e straordinarie del Novecento italiano. In occasione del centenario della nascita, la provincia di Firenze e il Gabinetto Vieusseux (a cui Maraini donò la sua collezione) organizzano al Palazzo Medici Riccardi la mostra L'incanto delle donne del mare. L'esposizione raccoglie le celebri foto delle pescatrici nude scattate da Fosco Maraini sull'isola di Hékura nel 1954. Quello che molti ritengono il primo reportage etnografico subacqueo, all'epoca della sua pubblicazione riscosse un grande successo, colpendo l'immaginario occidentale per la visione esotica, da sogno, che le foto riuscivano a comunicare, in un mondo che procedeva a grandi passi verso l'industrializzazione.

Come riportato nel comunicato di presentazione, "Maraini seppe coniugare, attraverso la sua visione solare e disincantata, quello che agli occhi occidentali appariva come il fascino erotico delle donne di Hékura, con la narrazione per fotogrammi di una quotidianità contrassegnata da un profondo rapporto della cultura con l'ambiente. Un Giappone per molti versi sconosciuto, che l'obiettivo dell'etnologo e del fotografo riuscì a immortalare ancora nella sua piena vitalità, mentre all'orizzonte si poteva intravedere già l'autunno di un mondo destinato, da lì a poco, a scomparire per sempre". Insieme alle fotografie saranno esposte le attrezzature realizzate appositamente da Maraini per le foto subacquee. La mostra, che resterà aperta fino al 30 aprile, è corredata da un nuovo catalogo, edito da Giunti, con testi critici di Francesco Paolo Campione, Franco Marcoaldi, Kurt W. Forster, Cosimo Chiarelli e con uno scritto dello stesso Maraini.

Le donne giapponesi di Fosco Maraini
Le donne giapponesi di Fosco Maraini
Le donne giapponesi di Fosco Maraini
Le donne giapponesi di Fosco Maraini
Le donne giapponesi di Fosco Maraini

  • shares
  • Mail