"Building the Revolution: Soviet Art and Architecture 1915-1935"

Building the Revolution
A rifletterci bene è vero che molto spesso i libri sulla storia dell'architettura sono pieni di riferimenti a personaggi del calibro di Le Corbusier e al movimento Bauhaus, ma raramente fanno riferimento (se non per brevissimi cenni) all'energia e alle sperimentazioni realizzate in Russia dopo la rivoluzione bolscevica del 1917. Durante un'era piena di "violento ottimismo", architetti come Moisei Ginzburg e Konstantin Melnikov, Ilia Golosov, Liubov Popova e Aleksandr Rodchenko disegnavano l'ossatura del nuovo mondo socialista, cercando di "mettere in pratica" quegli "strumenti architettonici" che permettessero la concreta realizzazione del sogno di una vita libera da associazioni borghesi, che sostenesse allo stesso tempo una rapida crescita della società industriale.

Un universo di contraddizioni, che prese forma rapidamente mettendo in scena sviluppi e spunti di una "filosofia artistica ed architettonica" a sfondo sociale, destinata a ripercuotersi in tante altre esperienze successive e a sopravvivere negli "anfratti" documentati dalle immagini del fotografo britannico Richard Pare. Le sue "cartoline in rovina" testimoniano il presente di edifici che si ergono, a dispetto del tempo, nel paesaggio della Russia contemporanea, ma minacciano di scomparire nell'incuria, e creano un percorso che è un lungo appello alla loro preservazione. Un richiamo che passa per l'esposizione "Building the Revolution: Soviet Art and Architecture 1915-1935", attualmente ospitata presso il Martin Gropius museum di Berlino, dove sarà visitabile fino al 9 luglio prossimo. Un ricordo che cerca di impedire il compiersi dell'ennesima "cronaca di una morte annunciata" per quei "nuclei simbolici" intorno ai quali si concentravano le speranze di tante anime.

C'era una volontà realmente sincera di ridefinire i rapporti tra la vita ed il lavoro[...] Un vigore ed un'energia che rendeva l'esperimento russo completamente diverso da quelli europei [...] E - naturalmente - anche l'inclinazione socialista al pensiero di realizzare una nuova architettura per una nuova era.

©Richard Pare

Via | telegraph.co.uk

Building the Revolution
Building the Revolution
Building the Revolution
Building the Revolution
Building the Revolution
Building the Revolution
Building the Revolution

  • shares
  • Mail