Vendita da record per l'Urlo di Munch

Un Urlo da record
Una vendita davvero fuori dal comune per la casa d'aste Sotheby's di New York che, pur essendo abituata a trattare opere d'arte di grande valore, non poteva certo aspettarsi di veder passare per le sue sale un vero e proprio record assoluto. La protagonista a dire il vero, è un "volto noto" della storia dell'arte, si tratta infatti di una delle quattro versioni del "L'Urlo" del pittore norvegese Edvard Munch, la sola ancora in mani private, quelle di Petter Olsen, uomo d'affari norvegese figlio dell'amico, vicino e manager dell'artista, mentre le altre tre "sorelle" si trovano tutte in musei norvegesi, venduta ad un misterioso compratore telefonico per la "modica cifra" di 119.9 milioni di dollari (l'equivalente di 90,5 milioni di Euro).

Il pastello risalente al 1895 è stato aggiudicato nella serata di ieri strappando il titolo dell'opera d'arte più costosa assegnata durante un'asta, detenuto fino a poche ore fa dal quadro di Picasso intitolato "Nudo, foglie verdi e busto", venduto nel 2010 sempre nella metropoli americana, ma da Christie’s, per "soli" 106.5 milioni di dollari (82 milioni di euro).

Immagine da 7sur7.be

Via | nytimes.com

  • shares
  • Mail