Sacré blanc: omaggio a Thomas Gleb!

Sacré Blanc omaggio a Thomas Gleb
Avrebbe compiuto cent'anni proprio nel 2012, era Yehouda Chaïm Kalman, alias Thomas Gleb, pittore e scultore francese di origine polacca. Per festeggiarlo degnamente famiglia ed amici hanno organizzato, in collaborazione con il centre de recherche Thomas Gleb e presso il Musée Jean-Lurçat di Angers, una collettiva che ruota intorno a due dei suoi tempi più importanti: il sacro ed il candido monocromo, come si può facilmente evincere già dal titolo: "Sacré blanc! Hommage à Thomas Gleb (1912-1991)".

Fino al 18 novembre, le opere di ben cinquanta artisti, saranno messe fianco a fianco con quelle di Gleb, in un costante dialogo perpetuato al di là di tutti i possibili stereotipi. Tra supporti differenti e generazioni incrociate intorno alla tessitura, il percorso espositivo rivela le innumerevoli possibilità del bianco, miniera di aperture e metafora vibrante di quell'ebrezza della libertà che non esita a tingersi di rosso sangue.

Il canto del mondo di Jean Lurçat
Olga Boldyreff, La conquista del colore © Yves Sabourin
Bernardette Chéné, Buvard © Musée d\'Angers, photo Pierre David
Josep Grau-Garriga, La porta della Pace © David Bordes
Martine Schildge, Palpitazioni © D. R.
Thomas Gleb, anni \'70, cliché Jean Dieuzaide, Fonds Archives Gleb, Angers

Via | musees.angers.fr

  • shares
  • Mail