I quadri di Courtney Love in mostra a New York


Dice Love che quando nella metà degli anni '80 frequentava il San Francisco Art Institute, non era una una brava studente e allora ha deciso di fare la rock star. Ma qualche decennio dopo le antiche passioni ritornano e comunque dev'essere un vizio di famiglia; come in passato Kurt Cobain, anche Courtney Love ha deciso di esprimersi attraverso la sua vena artistica e fino al 15 giugno 2012 è in mostra con “Courtney Love: And She’s Not Even Pretty” alla galleria Fred Torres di New York; come sono i suoi quadri? C'è chi dice abbiano un certo fascino: circa 50 acquerelli e disegni a matita di stampo autobiografico.

Su Vogue.com si legge che deve molto in quanto ad ispirazione alle foto vintage tipo vecchie Polaroid; ecco un un video della mostra in cui Love però fa un po' la diva intellectual con gli occhiali da vista in versione vera pittrice.

Devo ammettere che non ho capito molto visto l'accento un po' strascicato; è chiaro che l'esperienza creativa l'ha parecchio appagata (l'inizio di una nuova vita?), anche se poi spesso ricorre la parola "vulnerable", probabilmente riferita a sè stessa nel gioco degli specchi con le tele che vedono come protagonista sempre una donna bionda, in molti casi svestita. Libera dall'armatura dei vestiti che ti proiettano nel mondo ma che da esso ti difendono anche.

Immagine | Courtney Love.org

  • shares
  • Mail