Biennale di Venezia, dalla Russia con amore


Reduce da una due-giorni nel microcosmo della Biennale di Venezia non posso fare a meno di ricordare, tra quelli che più mi hanno colpito, il Padiglione russo, "Click I hope", con varie installazioni incentrate sul tema dell'informazione e della nostra posizione al centro del suo flusso.

Shower, di Aleksander Ponomarev e Arseny Mescheryakov è una vera e propria doccia le cui pareti sono rivestite di schermi che trasmettono in tempo reale programmi di canali internazionali, dimostrando la nostra sudditanza nei confronti del mezzo televisivo. Sempre di Ponomarev, Windshield wipers e, ancora, Wave, una teca in vetro lunga 12 metri all'interno della quale un'onda, prodotta dal respiro dell'artista la cui immagine è proiettata su uno schermo, scuote ad intervalli regolari l'acqua contenuta, generando una metafora dell'onda come fulcro della comunicazione e della sua propagazione.


Biennale di Venezia_Padiglione russo
Julia Milner_Click I hope
Aleksander Ponomarev e Arseny Mescheryakov_Shower
Aleksander Ponomarev_Wave

Julia Milner_Click I hope

E poi c'è il cyberspazio dell'AES+F Group con Last insurrection, animazione 3d su 3 pareti popolata da androgini adolescenti che combattono una battaglia senza vincitori nè vinti sulle note di Wagner. Lost connection invece, firmato da Andrey Bartenev, è il tunnel di specchi in cui ruotano 50 sfere emettenti led coloratissimi che riportano la frase del titolo insieme ad un cuore, quello di chi ha perso la connessione in un mondo fatto per lo più di comunicazione virtuale. Click I hope, infine, è il progetto di Julia Milner (la più giovane partecipante, con i suoi 26 anni, a quest'edizione della Biennale veneziana): uno schermo, all'esterno del padiglione, mostra la frase"Io spero"tradotta in 70 lingue, mentre un contatore, "accumulatore collettivo di speranza" come viene definito dall'artista, riporta il numero delle persone che hanno cliccato la frase nel sito in ogni parte del mondo.

AES+F Group_Last insurrection
Andrey Bartenev_Lost connection

  • shares
  • Mail