"Ieri, oggi, Milano" in mostra

Ieri oggi Milano

"Ieri, oggi, Milano", ed il capoluogo lombardo diventa protagonista di un nuovo percorso espositivo. Presso il Museo di Fotografia Contemporanea della città, è possibile avventurarsi in una vera e propria "discesa" nell'universo contrastante di una ville che fatica a ritagliarsi un'immagine di vera metropoli. Forse nessun caso italiano esemplifica meglio la durezza del passaggio all'era post-industriale, e un tale "stato di cose" sembra derivare proprio dalla spiccata identità industriale che ha caratterizzato Milano a partire dal secondo dopoguerra, fino all'alba degli anni '80.

L'innegabile radicamento di forti valori intrinseci, forieri di un industrioso attivismo operaio, ha nutrito un'evoluzione difficile, e partorito uno spazio urbano e sociale dai caratteri ibridi e fluidi, come è accaduto per buona parte degli agglomerati postindustriale europei. Ma la complessità dei movimenti in atto è figlia di un intenso passato, nel quale eventi decisivi hanno messo la città al centro di manifestazioni, attentati e cambiamenti epocali. Dalle istantanee di guerra, ai funerali per la strage di Piazza Fontana, ai cortei studenteschi del 1968, passando per la vita nei quartieri periferici e per i souvenir delle recenti mutazioni urbanistiche, ogni angolo del tessuto meneghino sembra percorso da un'ansia di rinnovamento che incide sul corpo stesso del capoluogo, secondo alcune coordinate fornite da Novo Umberto Maerna, Vice Presidente e Assessore alla Cultura della Provincia di Milano:

La città di Milano, vista attraverso lo sguardo di alcuni grandi fotografi, si presenta allo spettatore in tutta la sua bellezza e complessità in una carrellata di immagini che vanno dal Secondo dopoguerra ad oggi. 170 immagini di 28 autori italiani e stranieri, offrono un articolato scenario in cui possiamo leggere puntualmente i grandi mutamenti che hanno cambiato il volto della città dal punto di vista urbanistico, socio-economico e culturale. Se ricordare e tramandare i ricordi è una necessità insita nella natura dell'uomo, su cui si fondano la sua storia e la sua cultura, oggi le nuove tecnologie permettono di conservare tutto in memorie magnetiche e digitali. L'immensità di questo archivio immateriale è la spia della potenza della memoria contemporanea, ma anche dei nuovi problemi che essa ci pone di fronte.

Ieri oggi Milano
Ieri oggi Milano
Ieri oggi Milano
Ieri oggi Milano
Ieri oggi Milano
Ieri oggi Milano
Ieri oggi Milano
Ieri oggi Milano

Via | mufoco.org

  • shares
  • Mail