I colori di Jen Stark


Jen Stark le chiama "sculpture" e in effetti, ad essere precisi, sono operazioni giocate sulla terza dimensione, nonostante siano appese al muro, come tele. Squarci allegri, spensierati, deproblematicizzati che però sanno far sognare e squadernare un mondo se non infantile, quantomeno ludico, nella cui profondità (fisica e non) si annida il bambino sempre meravigliato che è in ognuno di noi.

  • shares
  • Mail