A Milano tutto Bruno Munari

Bruno Munari - Macchina aritmica - 1951Alla Rotonda della Besana, a Milano, è iniziata una retrospettiva dedicata a Bruno Munari, una delle personalità più argute dell’arte italiana.

Designer capace delle invenzioni più sorprendenti, era dotato di una curiosità infantile, anche a novanta anni (“la vecchiaia non esiste” ripeteva), e di una saggezza accresciuta con l’osservazione ammirata della cultura orientale.

Inaugurata il 24, giorno del centenario della sua nascita, la mostra, divisa in ben undici sezioni, espone la summa della sua ampia produzione: le famose macchine inutili, le lampade, i libri, le composizioni frattali e tanto altro con il comune denominatore dell’ironia e della freschezza.

Per un’introduzione su Munari, magari prima della visita, leggete le sue stesse parole in “Arte come mestiere”, edizione economica Laterza. Un libro folgorante e divertentissimo, divorabile in poche ore, ma che, senza esagerare, cambia il modo di vedere l’arte.

A Milano, Rotonda della Besana, fino al 10 febbraio 2008.

Bruno Munari - Alta tensione - 1991

  • shares
  • Mail